Angelo Maisto Palingénesi

2024-03-06T14:36:42+00:00Marzo 6th, 2024|Colori, Eventi, In evidenza, News|

Prosegue la seconda edizione di Colori, la rassegna di arte contemporanea della Fondazione De Chiara De Maio. L’evento inaugurale della mostra Palingènesi di Angelo Maisto si svolgerà sabato 16 dicembre alle ore 18:00 e domenica 17 dicembre alle ore 11:00 presso la sede della FondazioneDe in Piazza Umberto I n°10-11, Solofra (AV). In entrambe le occasioni sarà presente l’artista che interagirà con il pubblico e presenterà i suoi lavori.

La mostra sarà accessibile al pubblico gratuitamente fino al 4 marzo 2024.
L’esposizione, curata da Valerio Falcone, conta diciannove opere. Si tratta di acquerelli su carta e dell’assemblaggio “tutto contemporaneo degli oggetti d’uso comune che Angelo ha già saputo trasformare in personaggi, abitanti di un mondo ideale, tridimensionali nei suoi assemblaggi, incredibilmente vividi nelle opere su carta”, come si legge dall’intervento del gallerista Giordano Raffaelli nel catalogo abbinato all’esposizione.

La mostra si inserisce nell’elaborazione di quello che viene definito “Codex Maisti: un cosmo nuovo, che si fa linguaggio e narrazione – nelle varie fasi di produzione dell’artista – dal sapore antico”.
Per la prima volta, quindi, la Fondazione ospiterà opere realizzate con la tecnica dell’acquerello, particolarmente cara al presidente Diodato De Maio, il quale riconosce “quanto sia esigente questa tecnica in termini di impegno, energie e tempo richiesti all’artista”.

L’iniziativa gode del patrocinio morale della Regione Campania, e dei Comune di Solofra, Comune di Montoro, Comune di Serino (AV), Comune di San Gennaro Vesuviano (NA) e Comune di Macchiagodena (IS).
Contestualmente sarà possibile visitare un nuovo allestimento di Arte Moderna allestita nell’area dedicata a cura della Fondazione De Chiara De Maio.

La Fondazione De Chiara De Maio opera per promuovere l’arte, patrimonio di tutti e tutte. Per questo motivo ha deciso di avviare una campagna di crowdfunding per migliorare la propria offerta digitale a favore degli studenti e delle studentesse della nostra comunità garantendo loro esperienze formative interattive, coinvolgenti e pregnanti.

La Fondazione è aperta dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 12:30, oppure su appuntamento contattando segreteria@fondazionede.it o il numero 3756043530.

Download: Comunicato stampa | Invito

TUTTI GLI APPUNTAMENTI DELLA RASSEGNA

La Fondazione De Chiara De Maio conclude il primo ciclo della rassegna di arte contemporanea “Colori” con l’inaugurazione della mostra “The beautiful stage” di Marco Gallotta. L’evento si terrà il 3 e 4 giugno presso la sede espositiva della Fondazione, in piazza Umberto I, n° 10-11, Solofra (AV).

Le diciassette opere esposte sono realizzate tutte in pelle, il cui utilizzo “nella produzione artistica è un aspetto stimolante della nostra attività, poiché ci consente di osservare la riuscita intersezione tra industria e cultura”, come si legge dall’intervento del presidente Diodato De Maio sul catalogo abbinato all’esposizione. La mostra site specific è curata da Valerio Falcone.

The beautiful stage” si riferisce agli stadi di vita della farfalla, elemento che compare nella ricerca di Gallotta in quanto simbolo di rinascita, di vita vissuta al massimo, nel presente. I tanti dettagli delle opere invitano gli osservatori e le osservatrici a soffermarsi sulle profondità, superando le superfici. Attraverso l’incisione chirurgica dei ritagli di pelle, Gallotta ci mostra la “pura essenza” dei soggetti.

L’inaugurazione si svolgerà sabato 3 giugno alle ore 19. Il giorno successivo, domenica 4 giugno, l’artista sarà ancora presente in sede, a partire dalle 11:30, per dialogare con il pubblico.

Questa esposizione è l’ultima del primo anno di “Colori”. Il programma culturale si è configurato come un interessante esperimento di avvicinamento delle Aree Interne all’arte contemporanea, attraverso un costante lavoro di mediazione che ha coinvolto soprattutto la Scuola. Gli istituti di ogni ordine e grado della città di Solofra e la scuola paritaria “G. Cipolletti” di Montoro hanno iniziato dei percorsi educativi presso la Fondazione, coinvolgendo ragazzi e ragazze, bambini e bambine, in laboratori didattici attentamente studiati.

Circa 400 alunni e alunne, dai cinque ai diciannove anni, hanno attraversato le pareti della sede operativa della Fondazione, interagendo con le opere che ogni artista ha di volta in volta proposto, riempiendole di significato e lasciandosi trasportare. Inoltre, le classi quinte del Liceo “V. De Caprariis” hanno svolto con la Fondazione le loro attività del Percorso per le Competenze Trasversali e l’Orientamento (ex Alternanza Scuola-lavoro). I gruppi sono stati coinvolti nell’approntamento di una mostra, prendendo parte direttamente alla redazione del catalogo, alla pianificazione della campagna di comunicazione, fino alle attività di allestimento e di dialogo con l’artista. Tutte queste attività sono state realizzate grazie all’impegno dei collaboratori, che quotidianamente si spendono per erogare delle attività significative.

L’arte è di tutti e tutte, e tutti e tutte possono prenderne parte. Per questo motivo la Fondazione De Chiara De Maio ha aperto una campagna di crowdfunding: grazie alle donazioni delle persone che vorranno generosamente contribuire, saranno acquistati cinque tablet, grazie ai quali i e le giovani della nostra comunità potranno avere accesso ad esperienze formative ancora più interattive e pregnanti.